PROJECT SPACE ? | &nd project

marzo 2018, Alberto Ceresoli

 

Di fronte ad un’evidente proliferazione di Spazi Progetto, diviene necessario affrontare un’indagine su larga scala con l’intento di comprendere il ruolo che questi giocano all’interno di un sistema dell’arte troppo spesso e forse paradossalmente accusato di elitarismo. Questa breve intervista proposta agli animatori di realtà attive sul territorio nazionale vuole sì trovare delle risposte ad interrogativi che sussistono nell’essere posti, ma in particolar modo rivolgendo l’attenzione agli obbiettivi, alla progettualità e alle difficoltà degli spazi in oggetto, vuole essere punto di partenza di un dibattito aperto a nuove domande.

 

La redazione incontra Federica Romano di &nd project (NA)

Che cos’è &nd project?
&nd project si presenta simultaneamente tanto come progetto che come concetto. È una collaborazione tra artisti, curatori e, in generale, operatori culturali attivi soprattutto nell’ambito della ricerca indipendente e considerati come componenti all’interno di una rete interdisciplinare.

Una breve presentazione degli animatori del progetto?
Nati tra l’88 e il 90; Fabrizio Monsellato, Salvatore Ricci, Nicola Piscopo ed io ci siamo conosciuti nei nostri percorsi individuali accademici a Napoli. Siamo artisti, sviluppiamo le nostre ricerche singolarmente ed insieme collaboriamo per creare una connessione con altri giovani artisti emergenti.

 

 

Quali le motivazioni che hanno portato alla nascita dello spazio?
Tra le svariate risposte che potrei dare a questa domanda quella che sento di darti è la più semplice e spontanea, e che molto probabilmente è quella che lega un po tutte le realtà indipendenti ed i singoli membri che la compongono, ovvero l’esigenza di voler emergere in un clima artistico molto competitivo. Da qui l’idea di collaborare, chiarificando questo intento già dal nome dato al nostro progetto…&nd.

Perchè aprire uno Spazio Progetto e non una Galleria d’Arte?
In realtà non abbiamo nemmeno aperto uno Spazio. Il nostro incontraci, lavorare insieme, progettare e realizzare: questo è il nostro spazio. Partendo dall’assenza di un luogo specifico adottiamo soluzioni variabili e sempre nuove in relazione alle esigenze che emergono progettualmente. Questa identità liquida di ricerca è adesso per noi l’unica possibilità immaginabile sul profilo di ciò che abbiamo bisogno.

&nd project è uno spazio indipendente?
Totalmente dipendente. Dalle nostre relazioni interne, con gli artisti, con il pubblico, dalle circostanze pratiche nell’affrontare le varie tappe del nostro percorso e dai nostri successi e fallimenti.

Obbiettivi di oggi ed eventuali differenti obbiettivi per il futuro?
Ci chiedi uno sforzo intellettuale troppo alto, ci stiamo divertendo a portare avanti il nostro progetto. Colgo l’occasione per informare chi ci sta leggendo di una open call sempre aperta, rivolta ai giovani artisti che vogliano presentare il loro lavoro al nostro indirizzo tramite portfolio review.

Come sopravvive &nd project? Quali i costi e da dove provengono le entrate?
Nelle nostre varie esperienze di interfaccia al pubblico il nostro lavoro ha avuto l’occasione di essere apprezzato e quindi supportato da diversi enti privati.

Un pensiero critico sulla crescente apertura di Spazi Progetto?
E’ una domanda che ci ha riguardato da subito, per questo che abbiamo ideato “Imbasciata”, un progetto di residenze che testimoni l’esperienza curatoriale e artistica di diversi spazi indipendenti presenti in Italia.

 

 

&nd project è una realtà con una progettualità chiara e definita o in divenire?
La nostra è una progettualità chiara, definita e in divenire…forse (rido)

Due parole sulla mostra in corso o di prossima inaugurazione?
Al momento stiamo procedendo con un percorso di eventi che abbiamo chiamato Five Ws, il prossimo: “when” è il terzo appuntamento. Ciò che ci preme di più al momento è portare avanti un discorso che è quanto mai attinente a questa intervista. Grazie al supporto di Spazio Intolab, ospiteremo alcuni Spazi indipendenti a Napoli per il progetto di residenza IMBASCIATA: Like a little disaster (Polignano a mare), Tripla (Bologna) e Current (Milano). Dopo il primo evento con Current, attendiamo con ansia la proposta dei ragazzi di Tripla, il 27 aprile 2018.

 

www.andproject.net  andproject.napoli@gmail.com